Territorio

Palcoscenico della storia di Sardegna

La Cantina Su’entu si trova a pochi chilometri dal comune di Sanluri, una città che custodisce un’antichissima tradizione agricola. Lo stesso toponimo Sanluri deriva dalle parole logu de lori, il posto del grano: un evidente omaggio alla fertilità del terreno che ne faceva, ieri come oggi, un luogo ideale per tutti i tipi di coltivazione.

Sanluri geograficamente è inserita nella Marmilla, un territorio antico, costellato di insediamenti preistorici, punto di riferimento economico e strategico fin da epoche lontanissime e come tale ben difeso, come testimoniano i numerosi resti di fortezze edificate a difesa delle città, degli altopiani e delle colline.

 

Qui, nel lento trascorrere del tempo, vissero alternandosi e sovrapponendosi, popolazioni prenuragiche, nuragiche, puniche, romane. Poi nel medioevo gli Arborea con lo stemma dell’albero deradicato e gli Aragonesi con il giallo e il rosso dei pali catalani. E poi ancora dopo i piemontesi, il Regno di Sardegna, fino ai giorni nostri.

Ogni cultura ha lasciato i segni della propria presenza, a volte nascosti tra le spighe di grano di un campo coltivato altre imponenti come le fortezze nuragiche di Barumini o Mogoro oppure come i castelli medioevali di Las Plassas o di Sanluri.

Un luogo dove la storia non si è mai fermata a riposare. Un territorio collinare ma con dislivelli talmente dolci da ricordare agli antichi abitatori un seno materno, ed ecco l’origine del toponimo Marmilla. E ancora oggi attraversando le nostre vigne possiamo respirare quella tranquillità e quella gioia che ci portano ai più lontani ricordi che ci legano alla nostra infanzia.

Queste colline oggi ospitano tra i loro dolci pendii le nostre vigne. E dal nostro lavoro, dalla nostra passione, nascono i vini che la cantina Su’entu produce per voi.

I vini più venduti

Vermentino
Vermentino +
Aromatico
Mediterraneo
Cannonau
Bovale
Passito
Brut Bianco
Brut Rose

La strada per Su’entu

L’azienda Su’entu si trova a pochi chilometri da Sanluri in località Nuraxi Pusceddu e si sviluppa per 50 ettari di superficie di cui 32 coltivati a vite. La zona, prevalentemente collinare, vanta una lunga tradizione di coltivazione della vite.

Nelle vigne si contano circa 160.000 barbatelle coltivate in modo completamente automatizzato con palificazione e ala gocciolante con sistema goccia a goccia.

Tipologie di uve impiantate
Vermentino
Cannonau
Monica
Chardonnay
Cagnulari
 Bovale
Merlot
Falanghina
Sirah
Lingue >